Grumo Appula


Generalità
Cenni Storici
Turismo e punti di interesse
Approfondimento su Mellitto


Generalità

Il nome di Grumo Appula ha ancora oggi origini in parte dubbie: c'è chi lo fa risalire al termine greco drùmon (quercia) e chi al termine latino grumum (concentrazione di case). In ogni caso Grumo Appula è un piccolo comune di 12.400 abitanti circa (12.431 nel censimento 2001) situato nella provincia di Bari, a sud-ovest del celebre capoluogo. Si tratta di un centro agricolo il cui abitato si impernia su un nucleo medievale di forma subcircolare.

Nel suo stemma, rappresentato da uno scudo sannita ornato da due rami di quercia e di ulivo, campeggia la quercia nella partitura di sinistra, mentre in quella di destra figurano le mezzelune arabe a ricordo del lungo dominio dei Saraceni nel meridione d'Italia.

Stemma Ufficiale del Comune di Grumo Appula

Cenni Storici

La popolazione di Grumo Appula è una delle più antiche della Puglia, la città è infatti sorta in epoca romano-imperiale e fu fondata dagli Apuli. A riprova dell'antichità dell'abitato, basti citare il ritrovamento in passato di sepulture italiche e monete greche e romane. Passata sotto il dominio bizantino e longobardo, durante la dominazione normanna il borgo fu compreso nel feudo di Conversano (Bari) passando poi, verso la metà del XIII secolo, a Goffredo di Montefusco.

Nel 1348 Grumo Appula viene completamente saccheggiata dagli Ungheresi. Appena ripresasi, nel 1410 viene venduta da Ladislao di Durazzo a Pietro Busio de Senis. Nel XVI secolo fa parte del feudo legato al Regno di Napoli, sono gli anni del celebre Filippo IV di Spagna. Dal 1600 al 1715 passa per ben quattro volte di mano: dalla famiglia La Tolfa ai Guevara, poi al marchese spagnolo Antonio Castigliar (per 56.000 ducati a fronte di un valore di 85.000!), quindi ai Caracciolo partenopei. Il 1800 è l'anno della dichiarazione di città regia, ultimo atto di una serie di continui avvicendamenti al potere, non del tutto vantaggiosi per la stabilità interna e la crescita.

Turismo e punti di interesse

- Chiesa Matrice (1300), Largo S. Pio X.
- Madonna delle Grazie, via Madonna delle Grazie.
- Madonna di Mellitto, Piana di Mellitto, SS. 96 Bari-Altamura.
- Cappella di S. Michele, via Adenauer.
- Chiesa di San Rocco (1400).
- Chiese Agresti minori
- Palazzo D'Alessandro, via M. Garzilli.
- Chiesa del Rosario, Largo Rosario.
- Chiesa di San Francesco, via Gen. Palladino.
- Chiesa del Convento, Largo San Pietro.
- Chiesa di Monteverde, via Monteverde.
- Palazzo Scippa, via Chiesa Madre.

Continua leggendo l'approfondimento su , Frazione di Grumo Appula.

Fonte principale: Wikipedia